27 marzo 2015
Aggiornato 12:30
La classe media americana è k.o., ma rischia anche l'Europa

Ecco i tre "nemici" dei nostri salari

Tra i paradossi del capitalismo del XXI secolo c'é quello di dover far coesistere consumatori fiduciosi e lavoratori insicuri. Nel mercato del lavoro, però, stanno intervendo dei fattori che influiscono negativamente sull'andamento dei salari, e che rischiano di mettere definitivamente in discussione un sistema economico non più sostenibile nel lungo periodo.

Il Cardinal Bagnasco chiede lavoro per i giovani disoccupati

In Italia, nel 2013, le persone a rischio di povertà o di esclusione sociale erano il 28,4% della popolazione. Il presidente della Cei, il Cardinal Angelo Bagnasco, ha ricordato che con la disoccupazione cresce anche l'instabilità sociale e che bisogna urgentemente dare risposte concrete ai giovani che sono in cerca di lavoro.

Dopo la vendita della Pirelli si parla di rischio colonizzazione

La Cina è troppo vicina?

Pneumatici Pirelli

La vendita di Pirelli ai cinesi ha riaperto una questione (o una ferita) che può essere riassunta in questa domanda: se le aziende migliori di quello che genericamente rientra nel marchio «made in Italy» perdono i loro «padroni» e il loro posto vine preso da padroni stranieri, che Paese ci ritroveremo fra qualche anno?

L'Italia arranca, Eataly guadagna

Dati positivi per il gruppo fondato nel 2003 da Oscar Farinetti. Con l'apertura di Milano, l'imprenditore ha realizzato 40 milioni di fatturato in un anno, e nel 2014 il gruppo è cresciuto del 30%. Presto, nuove aperture a San Paolo del Brasile, Mosca, Monaco di Baviera, Seul e New York. Che potrebbero, però, gonfiare il debito.

La Lega mette in guardia dalla «colonizzazione» cinese
Nel 2014, l'Italia è stato il primo obiettivo degli investitori cinesi in Europa.

Nel 2014, l'Italia è stato il primo obiettivo degli investitori cinesi in Europa.

Borghi: «E' una lotta impari. Pechino ha le mani libere, noi legate, dall'Europa»

Dopo l'entrata della Cina in Pirelli, si accende il dibattito tra chi considera il boom di investimenti cinesi in Italia un buon segnale, e chi parla di debolezza strutturale della nostra industria. Per Claudio Borghi, l'«exploit» cinese per noi non ha nulla di positivo: perché l'investimento straniero è assimilabile al debito, e l'Italia rischia di cedere tecnologie, brevetti e pezzi di storia.

Il QE non è privo di effetti collaterali
Banconote Euro

Banconote Euro

Draghi rassicura, ma non saranno tutte rose e fiori

Il quantitative easing è partito il 9 marzo e andrà avanti fino al settembre 2016. La ripresa economica di Eurolandia sta guadagnando slancio, e la Bce tira dritto con il suo piano di acquisti di titoli di Stato. Ma nonostante le rassicuranti parole di Draghi, non saranno tutte rose e fiori.

Sorial: «L'unica inflazione buona è quella che scaturisce dagli aumenti salariali»

Buone notizie per l'Eurozona: la BCE ha comunicato che il QE sta già avendo effetti positivi sulle condizioni finanziarie generali dell'UE. Ma non tutti sono d'accordo: per l'On. Giorgio Sorial, deputato del M5S, il piano di Draghi potrebbe essere non solo insufficiente, ma anche controproducente.

Sangalli denuncia: la crisi ha approfondito il divario tra Nord e Sud

Confcommercio: 2014 annus horribilis per il Mezzogiorno

Il presidente di Confcommercio Claudio Sangalli.

Si studia sui libri di storia; eppure, la questione meridionale è drammaticamente all'ordine del giorno. La denuncia del presidente di Confcommercio, secondo cui la crisi nel 2014 ha approfondito il divario Nord-Sud, è confermata da dati a dir poco scoraggianti. In quasi tutto il Sud, oltre il 40% della popolazione vive nel disagio economico, e le conseguenze sono denatalità ed emigrazione.

L’Europa e la crisi greca vista da due protagonisti
Mario Draghi e Giulio Tremonti.

Mario Draghi e Giulio Tremonti.

Draghi e Tremonti: il ritorno dei duellanti

L'ex ministro dell'Economia italiana Giulio Tremonti e il presidente della Banca Centrale Europea Mario Draghi, a distanza e in circostanze del tutto diverse, hanno provato ad illustrare quale potrebbe essere la strada da seguire per salvare l'Europa, uscire dalla crisi e rilanciare la politica.

Alexis Tsipras e il «ritorno» della Troika

Da qualche tempo non si usa più, ormai, il termine troika. Al suo posto, ora ci sono le 3i: le «istituzioni». Eppure, la sostanza non cambia perché sono sempre la BCE, il FMI e la Commissione ad avere l'ultima parola sul futuro della Grecia. Per Giulio Tremonti «neppure Margaret Thatcher chiederebbe tanto al popolo ateniese», ma non tutti la pensano allo stesso modo.

Con il riordino delle Poste previste 1000 chiusure. La protesta di M5S

Sibilia: «Francesco Caio parla, gli uffici chiudono»

Il riordino di Poste Italiane entrerà in vigore da aprile 2015.

455 sportelli chiusi e 609 razionalizzati, «1064 interventi» in tutto. Sono questi i numeri del piano di riordino di Poste Italiane dichiarati dall'amministratore delegato Francesco Caio nel documento in audizione alla Commissione Lavori pubblici al Senato. Per l'ad di Poste non ci saranno contraccolpi importanti. Non è d'accordo l'onorevole Sibilia: «Il governo deve rispondere all'Autorità».

In aula l'esame del ddl Damiano per la riforma

Pensioni, il sindacato aspetta mentre Monti e Salvini si scontrano sulla Fornero

Elsa Fornero, ex ministro del Lavoro del governo Monti al centro dello scontro tra Matteo Salvini e l'ex premier.

Si è riunita ieri la Commissione Lavoro della Camera per proseguire l'esame sul disegno di legge Damiano per l'introduzione di flessibilità nel sistema delle pensioni, che prevederebbe il pensionamento a 62 anni con 35 anni di contributi. Intanto Carmelo Barbagallo della Uil è impaziente per un confronto sul tema col governo, mentre Mario Monti e Matteo Salvini battibeccano sulla legge Fornero.

Pensioni, dai Sindacati proposta di riforma

I segretari generali Susanna Camusso (Cgil), Annamaria Furlan (Cisl) e Carmelo Barbagallo (Uil) hanno scritto quindi al ministro del lavoro Giuliano Poletti per chiedere «un incontro per conoscere le intenzioni del governo e proporre i contenuti della proposta del sindacato».

Il segretario confederale di Cisl commenta la «coalizione sociale»

Farina: Landini fugge dalla responsabilità sindacale e si rifugia nella politica

Giuseppe Farina, segretario generale di Fim Cisl.

Il leader della Fiom, Maurizio Landini, lancia la sfida al governo Renzi e presenta la «coalizione sociale», attraverso la quale si propone, col supporto di associazioni e organizzazioni sociali, di riportare il diritto del lavoro al centro dell'attenzione politica. Per Giuseppe Farina di Cisl la mossa di Landini sarebbe la risposta al fallimento sindacale di Fiom.

Bentivogli: Landini, col piede in due scarpe, vince in Tv ma perde tra i lavoratori

Lo scorso sabato, il leader della Fiom, Maurizio Landini, ha lanciato la sua «coalizione sociale», attraverso la quale si propone di sfidare il premier Matteo Renzi riportando al centro dell'attenzione politica i diritti dei lavoratori, partendo dal sociale. Quello che non piace ai sindacati è che il leader Fiom stia portando avanti un progetto puramente politico appoggiandosi al sindacato.

Dopo il Regno Unito, anche l'Italia è entrata nell'Aiib

L'Europa strizza l'occhio a Pechino

Il Presidente cinese, Xi Jinping

L'influenza politico-economica della Cina si sta rafforzando nel contesto internazionale. Non solo perché le borse asiatiche attirano sempre più capitali, ma anche perché i paesi europei - in barba agli USA - cominciano a guardare a Est. Dopo la Gran Bretagna, anche l'Italia è entrata nell'Aiib: e Germania e Francia si apprestano a fare altrettanto.

Agroalimentare

La proposta di realizzare un doc unico interregionale del Pinot grigio ha scontentato i produttori friulani.

La proposta di realizzare un doc unico interregionale del Pinot grigio ha scontentato i produttori friulani.

La guerra del Pinot grigio

Produttori friulani sul piede di guerra. Il motivo? La proposta, avanzata dal Veneto, di creare un doc unitario del Pinot grigio tra le tre regioni di produzione: Friuli, Veneto, Trentino. E se anche l'assessorato friulano competente ha accettato l'iniziativa, i produttori non sembrano aver fatto altrettanto. La loro priorità è quella di difendere un prodotto orgogliosamente made in Friuli.

Gallinella: «L'Ue chiede all'Italia 2 miliardi di euro»

Agli allevatori italiani sono arrivate 1.405 cartelle esatto...

Bernini: Salvaguardiamo la biodiversità, no agli OGM

OGM o OGM FREE?​ L'opinione pubblica si spacca a rigua...

DIARIO TV

Saldi invernali al via

In Campania e Basilicata è iniziata la stagione dei saldi 2015. Poi da sabato 3 si aggiungeranno tutte le altre regioni. I commercianti però prevedono un flop, con un ulteriore calo degli acquisti dell'8%.

Energia

La tecnica dell'airgun

La tecnica dell'airgun

Pellegrino (Sel): in Italia scienziati vogliono l'airgun, negli Usa chiedono di vietarlo

La deputata di Sinistra ecologia e libertà è prima firmataria di un'interrogazione al ministero dell'Ambiente, per sapere «quali siano le valutazioni del Governo in merito all'utilizzo della tecnica dell`air gun, volta a consentire le ispezioni dei fondali marini per la coltivazione di idrocarburi». La parlamentare ha fatto notare come il dibattito scientifico sia acceso sull'argomento

Energia dagli alberi, l'invenzione che parla finlandese

I ricercatori sono riusciti a sviluppare il prototipo di un ...

Ankara: «Se la Russia vuole darci il gas, lo prendiamo. Poi il resto è affare dell'Europa»

«La Turchia ha bisogno e avrà ancora più bisogno di energia»...

Udine

Nuovi corsi per fare impresa a Udine

Nuovi corsi per fare impresa a Udine

Vuoi aprire una nuova impresa? Imprenderò 4.0 ti spiega come fare

Al via una serie di corsi di formazione imprenditoriale riservati a giovani under 30. A Udine l’appuntamento, gratuito, è per il 15 aprile. Saranno forniti gli strumenti necessari del fare impresa. Per iscriversi c'è tempo fino al 30 marzo

I più visti in...

» Top 50