23 marzo 2017
Aggiornato 21:00
Le classifiche di Forbes

Draghi batte Berlusconi nella classifica dei potenti

L'uomo più potente del mondo secondo Forbes è Barack Obama. Nel gruppo anche il Papa, Zuckerberg e un narco messicano

NEW YORK - L'uomo più potente del mondo secondo Forbes è Barack Obama: e fin qui non è una sorpresa. Quello che invece è una notizia è che nella classifica delle persone più potenti del mondo secondo la rivista americana Mario Draghi batte Silvio Berlusconi. Il nuovo capo della Banca Centrale Europea è al dodicesimo posto mentre il presidente del Consiglio è solo ventunesimo, ma non da solo: Forbes lo indica come «Silvio Berlusconi & family».

Dietro a Obama c'è Vladimir Putin, primo ministro russo, anche questa un po' una sorpresa perché è davanti al presidente cinese Hu Jintao, terzo. Quarta Angela Merkel: il cancelliere tedesco batte il presidente francese, con Nicholas Sarkozy tredicesimo, battuto anche da Draghi. Per trovare un non politico bisogna andare al quinto posto, con il fondatore di Microsoft Bill Gates. I colleghi di Gates nel club dei tre uomini più ricchi del mondo sono distaccati: il messicano Carlos Slim al numero 23 e Warren Buffett al 20. Sesto, complici come nel caso di Putin le ricchezze petrolifere, il monarca saudita re Abdullah e settimo Papa Benedetto XVI. Numero otto il governatore della banca centrale americana Ben Bernanke, nono il fondatore di Facebook Mark Zuckerberg che è il più giovane dei settanta potenti, e decimo il primo ministro inglese David Cameron.

Al numero 55 un narcotrafficante - Non è peraltro necessario avere un lavoro legale, o anche solo farsi vedere in pubblico, per entrare nella classifica: al numero 55 c'è infatti El Chapo, al secolo Joaquin Guzman, latitante capo del potentissimo cartello della droga messicano di Sinaloa. Comodamente infilato tra il direttore del fondo obbligazionario più grande del mondo, Bill Gross di Pimco, e il capo dei servizi segreti pakistani Ahmed Shuja Pasha.