La crisi libica

Tripoli: I contratti con l'ENI da rivedere non riguardano il petrolio

Comunicato del Premier libico Abdel Rahim al-Kib: rivedremo i «progetti di sviluppo sostenibile»

Il Premier libico Abdel Rahim al-Kib

Il Premier libico Abdel Rahim al-Kib

TRIPOLI - Le autorità libiche hanno precisato oggi che l'annunciata revisione dei contratti siglati dall'azienda italiana Eni con l'ex leader libico Muammar Gheddafi non riguarderà gli accordi su petrolio e gas.
«Per non far confusione, le attività che saranno oggetto di revisione sono i progetti di sviluppo sostenibile compresi nel memorandum di intesa siglato dall'Eni con la Libia - si legge in un comunicato diffuso oggi dall'ufficio del premier libico Abdel Rahim al-Kib - gli accordi su petrolio e gas non saranno interessati».
Già l'Eni aveva precisato, il 29 dicembre scorso, che i contratti oggetto di revisione non avevano «nulla a che fare con il petrolio o con il gas naturale», ma si tratta di «iniziative in materia sociale».

Seguici sui social network

In questa notizia

Permalink

Altre notizie