Fiera di Milano | BIT 2012

Partire per le Marche e incontrare borghi, amori, misteri ogni giorno

L’attrice Lucia Mascino legge Dante. Anche Fulvio Collovati tra gli ospiti dello stand marchigiano

MILANO - Luoghi galeotti, come lo fu il libro letto da Paolo e Francesca nel Castello di Gradara . E i due personaggi danteschi sono stati presi a simbolo per aprire la seconda giornata delle Marche alla BIT 2012 dedicata alle storie d’amore e di passioni , al fascino romantico che questa regione sa evocare. Narratore di storie affascinanti e particolari , come quella di Antonio e Laurina che nel 1911 a Torre di Palme, prima nascosti nella grotta che da loro prende il nome «degli amanti» poi si suicidarono per non essere separati dalla guerra di Libia, Maurizio Blasi che ha condotto l’incontro con l’assessore Serenella Moroder e Elena Dell’Orso, giornalista di CNTraveller ,mentre Lucia Mascino , giovane e già affermata attrice anconetana , ha letto i versi danteschi del Canto di Paolo e Francesca. L’assessore Moroder , ricordando l’amore durato 45 anni tra Gaspare Spontini e Celeste Erard, ha sottolineato l’esigenza di far conoscere le Marche anche sotto l’aspetto della più grande emozione e dello charme che i percorsi romantici sanno sprigionare. «L’amore - ha detto - che come nessun altro sentimento privilegia il sesto senso, può diventare l’ intreccio capace di legare viaggio, accoglienza, conoscenza,scoperta .» Rocche, castelli e borghi medievali arrampicati sulle splendide colline marchigiane sono stati teatro di amori vissuti, impossibili o solo sognati come quelli di Leopardi. Del fascino e del romantico che il mercato anglossassone sta cercando – «perché il turismo è soprattutto di coppia, ben il 61% » , ha parlato Elena Dell’Orso. » Tre sono i criteri – ha spiegato la giornalista - che guidano il turista anglosassone: un borgo in cui perdersi nel silenzio, lontano dalle grandi città ma anche per ritrovarsi, la buona cucina e una camera con vista. E direi che le Marche soddisfano tutti questi criteri dove, nei paesi dell’entroterra ogni finestra è un paesaggio di Piero della Francesca.» Scorci e paesaggi che hanno fatto da scenario ideale anche alla presentazione dell’Assemblea Nazionale dei Borghi più belli d’Italia, che si terrà dal 18 al 20 maggio 2012 a Montefiore dell’Aso (AP) e Moresco (FM), presentata dai sindaci dei due comuni Achille Castelli e Amato Mercuri, il Presidente della Provincia di Ascoli Piceno Piero Celani e l’assessore al Turismo, Guglielmo Massicci. Questa iniziativa ha l’obiettivo di promuovere le piccole perle medievali marchigiane spesso fuori dai grandi flussi turistici, ma che meriterebbero di essere annoverate tra le migliori mete.

Nel corso della mattinata, dove lo stand marchigiano ha accolto moltissimi visitatori , anche un’ospite famoso, l’ex calciatore e commentatore televisivo Fulvio Collovati che si è complimentato con l’assessore Moroder per l’eleganza e l’accoglienza del nostro stand.
La mattinata si è conclusa parlando sempre di fascino, ma quello legato ai segreti e ai misteri di cui le Marche sono inaspettatamente ricche, a partire dal mito della Sibilla al lago di Pilato e molti altri, per finire nel mistero di come una goccia d’acqua possa creare lo spettacolo delle Grotte di Frasassi o ancora il ritrovamento nel Parco dei Sibillini, ora al Museo della Sibilla, di una pietra circolare con un ‘iscrizione che aspetta di essere decifrata da un docente di epigrafia dell’Università di Roma. Una panoramica sui palcoscenici di storie antiche introdotta da Piero Celani, Presidente Provincia Ascoli Piceno, lo storico Giorgio Mangani, Massimo Marcaccio e Laura Talamè del Parco Nazionale dei Monti Sibillini, Marco Filipponi, Direttore Consorzio Frasassi che ha parlato anche di formazione con il progetto Cave Learning.:
In un territorio come quello marchigiano caratterizzato da paesaggi che declinano dolcemente dalle colline fino alla costa, l'area montana rappresenta l'origine, la parte essenziale celebrata dal Festival dell’Appennino, presentato dalla Provincia di Ascoli Piceno come la manifestazione che rende omaggio alle montagne picene. Marche accessibili e visitabili da tutti, tanto che quest’anno proprio San Ginesio (MC), un bellissimo borgo medievale, ospiterà la XI^ Rassegna Nazionale dell'Associazione Paesi Bandiera Arancione: un appuntamento per offrire ai visitatori l’opportunità e il piacere della scoperta dei piccoli centri d’eccellenza in Italia, raccontati da Fulvio Gazzola, Presidente dell'Associazione Paesi Bandiera Arancione e il Touring Club Italiano, che presenterà la nuova edizione della Cartoguida della Regione Marche.

Le eccellenze locali anche nell’ alogastronomia, quando la birra fa turismo. Questo prodotto artigianale, collegato alla tipicità dei luoghi, crea una nuova opportunità di conoscenza del territorio mettendo in rete le aziende, gli operatori del settore e le istituzioni. La nuova offerta turistica è illustrata da Massimo Cardellini, Presidente Associazione Apecchio città della Birra, Renato Claudio Minardi, assessore all’enogastronomia della Provincia di Pesaro e Urbino, Serenella Moroder, assessore al Turismo della Regione Marche. (ad’’e)

Seguici sui social network

commenti

Permalink

Altre notizie