4 dicembre 2016
Aggiornato 07:00
Eni accelera sulle rinnovabili

Energia, Eni ha siglato l'accordo sulle rinnovabili in Tunisia

Eni ha firmato l’accordo sulle rinnovabili con la compagnia di stato Entreprise Tunisienne d'Activités Pétrolières, sotto il patrocinio del Ministero dell'Energia delle Miniere e delle Energie Rinnovabili tunisino. E il titolo vola a Piazza Affari

Eni ha firmato un accordo sulle rinnovabili in Tunisia. (© )

MILANO – Eni punta sulle rinnovabili in Tunisia. Il Cane a sei zampe ha firmato un accordo di cooperazione per lo sviluppo di progetti di generazione di energia da fonti rinnovabili con la compagnia di stato Entreprise Tunisienne d'Activités Pétrolières, sotto il patrocinio del Ministero dell'Energia delle Miniere e delle Energie Rinnovabili tunisino. L'intesa raggiunta rafforza le relazioni tra Eni e Etap, favorisce lo sviluppo di nuove opportunità di business e contribuisce al piano di sviluppo energetico del paese.

Leggi anche "Petrolio, ecco l'accordo OPEC sulla produzione"

Eni ha firmato l’accordo con Etap per le rinnovabili
Eni ha firmato a Tunisi un accordo di cooperazione per lo sviluppo di progetti di generazione di energia da fonti rinnovabili con la compagnia di stato Entreprise Tunisienne d'Activités Pétrolières, sotto il patrocinio del Ministero dell'Energia delle Miniere e delle Energie Rinnovabili tunisino. L'intesa raggiunta rafforza le relazioni tra Eni e Etap, favorisce lo sviluppo di nuove opportunità di business e contribuisce al piano di sviluppo energetico del paese.

L’iniziativa amplia la collaborazione tra le due società
Questa iniziativa rientra nel quadro di rilancio delle attività di Eni in Tunisia e amplia lo scopo della cooperazione delle due società attraverso la realizzazione di progetti di energia rinnovabile mirati anche alla ottimizzazione delle risorse energetiche dei siti petroliferi e alla riduzione delle emissioni di CO2, in linea con gli obiettivi strategici di Eni. L'accordo è stato firmato in occasione della conferenza internazionale Tunisia 2020 che ha l'obiettivo di promuovere il sostegno allo sviluppo economico, sociale e sostenibile della Tunisia.

Il titolo Eni vola a Piazza Affari
L'intesa raggiunta rafforza le relazioni tra Eni e Etap, favorisce lo sviluppo di nuove opportunità di business e contribuisce al piano di sviluppo energetico del paese. L’accordo è stato salutato con fiducia dai mercati e a Piazza Affari il titolo Eni viaggia sulla scia dei rialzi del prezzo del petrolio, che è decollato dopo il raggiunto accordo sulla riduzione della produzione realizzato tra i paesi dell’OPEC, scambiando a quota 13,17 euro, e guadagnando circa il 4%. Le quotazioni del greggio hanno visto il Brent nelle scorse ore balzare sopra la soglia dei 51 dollari al barile e il Wti trattare a 48,67 dollari al barile (+7,61%) in conseguenza della decisione dell'Opec di tagliare la produzione a 32,5 milioni di barili al giorno.