1 maggio 2017
Aggiornato 06:00
Eni accelera sulle rinnovabili

Eni firma l'accordo con Terna e punta sull'energia sostenibile

Eni e Terna hanno firmato un accordo di cooperazione bilaterale per accrescere la capacità di realizzare progetti nel settore delle fonti energetiche rinnovabili

ROMA - Eni e Terna hanno firmato un accordo di cooperazione bilaterale (Memorandum of Understanding, MoU) per l'individuazione e la valutazione congiunta di opportunità relative a progetti di sviluppo di sistemi energetici, in ottica di sostenibilità e sostegno alle fonti di produzione di energia rinnovabile.

Leggi anche "Eni firma l'accordo con Sonatrach e porta a casa un record storico"

L'accordo tra Eni e Terna
L'accordo - informano le due società - riguarda un ampio ventaglio di potenziali collaborazioni tra cui lo studio di sistemi elettrici in particolare associati a opportunità di sviluppo Gas to Power, iniziative in ambito Access to Energy, progettazione e realizzazione di impianti da fonti rinnovabili e la loro connessione e integrazione alla rete elettrica, soluzioni Smart Grid, progetti di Energy Storage, attività di Ricerca e Sviluppo e progetti energetici a ridotto impatto ambientale.

Verso lo sviluppo delle rinnovabili
Grazie a questa collaborazione Eni intende accrescere in vari paesi di interesse la propria capacità di realizzare progetti nel settore delle fonti energetiche rinnovabili, in sinergia con le competenze e il know-how maturato da Terna nelle attività inerenti la progettazione e realizzazione di infrastrutture di rete, con particolare riguardo all'adozione di soluzioni high tech finalizzate alla integrazione di produzione da fonti rinnovabili. Questo MoU si inquadra nella strategia di Eni volta allo sviluppo delle energie rinnovabili ed è basato sulla valorizzazione di tutte le collaborazioni industriali e commerciali con partner italiani di eccellenza, quale Terna, consentendo a Eni di proseguire con coerenza la progressiva decarbonizzazione del suo mix energetico.