23 maggio 2017
Aggiornato 10:30
Conto basic

Banche, arriva il conto corrente gratuito per i più poveri (ma lo pagheranno gli altri?)

In tutti gli istituti di credito del Belpaese sta per arrivare il conto basic, un conto corrente che permetterà di effettuare semplici operazioni bancarie a un canone ridotto. Sarà gratuito per i soggetti economicamente svantaggiati

Il ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan. (© Giuseppe Lami | Ansa.it)

ROMA – Arriva in banca il primo conto corrente gratuito. Permetterà di realizzare semplici operazioni, come fare o ricevere un bonifico, e i soggetti economicamente disagiati non dovranno sborsare un euro.

Arriva il nuovo «conto basic»
Finalmente una buona notizia. In base a una nuova norma approvata dal Consiglio dei Ministri per adempiere a una direttiva europea, tutti gli istituti di credito nazionali dovranno offrire un conto corrente gratuito a soggetti economicamente disagiati per permettere loro di effettuare alcune semplici operazioni bancarie a costo zero. Questo nuovo «conto basic» prevederà anche il bancomat, permetterà di fare/ricevere bonifici ed effettuare pagamenti online qualora il saldo del conto sia positivo per almeno 12 giorni lavorativi consecutivi.

Sarà a costo zero per i soggetti economicamente svantaggiati
Lo Stato italiano rinuncerà ai bolli. Il ministero dell'Economia ha già firmato una convenzione con l'Abi (Associazione bancaria italiana) con Poste e con la Banca d'Italia che prevede l'esenzione per i pensionati che percepiscono un reddito inferiore ai 18mila euro l'anno e per quei soggetti che hanno un ISEE al di sotto degli 8mila euro. L'unica pecca del «conto basic» è che non potrà essere utilizzato per le operazioni di gestione del risparmio. Se i clienti chiederanno di poterle realizzare o desidereranno avere delle opzioni in aggiunta a quelle previste scatterà l'aumento delle spese.

Le banche saranno obbligate a offrirlo ai loro clienti
Il conto basic potrà essere utilizzato anche dai soggetti non economicamente disagiati, previo pagamento di un canone «ragionevole». E' una buona notizia per coloro che vogliono ridurre le spese bancarie o non possiedono risparmi consistenti da amministrare. Tutti gli istituti bancari del Belpaese saranno presto obbligati a offrirlo ai loro clienti e a contattare quelli più economicamente svantaggiati per informarli della possibilità di utilizzare il conto basic in forma completamente gratuita. Inoltre, nei futuri contratti del conto base dovrà essere chiaramente indicato il numero di operazioni entro le quali il conto corrente sarà gratis e quale sarà, invece, il costo delle singole operazioni una volta superata questa soglia.