26 aprile 2017
Aggiornato 15:30
Privatizzazioni selvagge

Da Roma a Torino, Taxi in rivolta contro Uber: «Governo abusivo decide per noi»

Dopo il rinvio dell'applicazione delle norme anti-Uber contenuto nel decreto Milleproroghe, sciopero delle auto bianche a Roma, Torino e in altre città

ROMA - Auto bianche ferme a Roma; nuova protesta dei tassisti in piazza delle Cinque Lune, vicino al Senato, per il rinvio dell'applicazione delle norme "anti-Uber" contenuto nel decreto Milleproroghe in discussione in aula a Palazzo Madama. Dice un tassista: "Qui stanno prendendo decisioni un governo non eletto da nessuno, un governo abusivo come quello che stanno legalizzando». E un altro: "Stiamo aspettando che il Senato ci dica se tra gli emendamenti approva la legge a favore degli Ncc che non differenza più i tassisti dagli Ncc». Diverse centinaia di autisti di taxi hanno protestato dietro un cordone di polizia in corso Rinascimento dove si trova l'ingresso principale di Palazzo Madama. A scatenare le proteste dei tassisti il rinvio dell'applicazione delle norme di regolamentazione dei servizi automobilistici non di linea e del noleggio con conducente che avrebbero disciplinato le attività degli Ncc e quelle dei servizi Uber.