23 gennaio 2017
Aggiornato 23:30
Eni alla riscossa

Eni è tra le 100 aziende più sostenibili del mondo

Il Cane a sei zampe è tra le 100 aziende più sostenibili del mondo grazie al suo impegno nella ricerca, nello sviluppo sostenibile e nella gestione responsabile del suo business

Possibile conflitto d'interessi

Sulla nuova Strategia Energetica nazionale il ministro Calenda fa decidere la finanza (a spese dei cittadini)

Il ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda, ha affidato la stesura della nuova Strategia energetica nazionale a uno studio di consulenza privato quotato in Borsa, il Boston Consulting group, pagato direttamente da Terna e Snam

Eni alla riscossa, nuova scoperta di olio e gas in Norvegia

La nuova scoperta di Eni in Norvegia vanta una stima preliminare tra i 70 e i 210 milioni di barili. E il Cane a sei zampe sta rafforzando anche la sua collaborazione con il Massachusetts Institute of Technology (Mit)

Shale Oil Usa

Petrolio, perché gli effetti dell'accordo OPEC rischiano di svanire nel nulla

Nonostante gli scambi ridotti delle festività natalizie, non si arresta l'impennata dell'oro nero. Dall'accordo OPEC il prezzo del greggio non ha fatto che salire. Ma quanto durerà?

Eni accelera sulle rinnovabili

Eni firma l'accordo con Terna e punta sull'energia sostenibile

Eni e Terna hanno firmato un accordo di cooperazione bilaterale per accrescere la capacità di realizzare progetti nel settore delle fonti energetiche rinnovabili

Dall'energia fossile alle rinnovabili

Ogni cittadino UE paga 600 euro l'anno per finanziare l'energia fossile.

Ogni cittadino UE paga 600 euro l'anno per finanziare l'energia fossile. Ma in Italia c'è un tesoro nascosto e inutilizzato

Ogni cittadino UE paga 600 euro l'anno per finanziare l'energia fossile, che è il nemico numero uno del futuro energetico del pianeta. Anche l'Italia è vittima di questo paradosso, ma può contare su un vero e proprio «tesoro» nel mare Adriatico

Eni firma l'accordo con Sonatrach e porta a casa un record storico

Il Cane a sei zampe ha raggiunto un record storico. Nel 2017 produrrà 1 milione e 840mila barili al giorno. Secondo i dati forniti dall'Ad Claudio Descalzi, in meno di tre anni, la produzione è cresciuta del 15%

Dopo l'accordo OPEC sulla stretta

Il petrolio vola ai massimi da metà 2015.

Perché il petrolio vola ai massimi da metà 2015

Sui mercati si sta assistendo a una nuova impennata dei prezzi del greggio. Il Brent ha quasi raggiunto i 58 dollari al barile dopo l'intesa tra i paesi Opec e gli altri produttori di petrolio raggiunta sabato scorso. Rimuoveranno il 2% della produzione

Intesa sul petrolio, via 562 mila barili

Le Russia e una cospicua pattuglia di altri produttori indipendenti hanno infatti accettato, durante un vertice a Vienna, di unire le forze alla manovra decisa dall'Opec due settimane fa. Si tratterà del primo taglio globale da 15 anni a questa parte.

Accordo OPEC

Petrolio, sabato si riuniscono al tavolo di Vienna i big dell'oro nero

Slitta a sabato 10 il vertice con i paesi non OPEC che si terrà a Vienna per concordare il loro contributo al taglio dell'offerta di greggio deciso lo scorso 20 novembre. Il grande assente sarà il Brasile, ma intanto prosegue l'impennata dell'oro nero

Eni accelera sulle rinnovabili

Energia, Eni ha siglato l'accordo sulle rinnovabili in Tunisia

Eni ha firmato l’accordo sulle rinnovabili con la compagnia di stato Entreprise Tunisienne d'Activités Pétrolières, sotto il patrocinio del Ministero dell'Energia delle Miniere e delle Energie Rinnovabili tunisino. E il titolo vola a Piazza Affari

Incendio in raffineria

Incendio raffineria Sannazzaro, Eni: «Cessato allarme. Cause da chiarire»

L'incendio è divampato ieri pomeriggio intorno alle 16,30 presso l'impianto Est della raffineria dell'Eni di Sannazzaro de' Burgondi (in provincia di Pavia). La situazione sta tornando alla normalità. Nessun danno alle persone

Energia

Eni vuole scendere sotto il 50% del giacimento egiziano. Ma l'accordo in Mozambico è pronto

L'Ad del cane a sei zampe, Claudio Descalzi, ha annunciato che Eni vuole scendere al 50% nella concessione di Shorouk e che l'accordo sul giacimento in Mozambico è ormai maturo

Al via il risanamento ambientale

Energia, Eni avvia il risanamento ambientale dell'impianto Isaf a Gela

Eni inaugura il cantiere per il risanamento ambientale dell'impianto Isaf a Gela, che prevede un investimento da 50 milioni di euro e darà lavoro a circa 80 persone. Sul territorio sono stati già avviati 32 cantieri e tutta l'area è un modello positivo

La rivincita del gas

Energia, per Italia e Eni un tesoro chiamato mare Adriatico

Il consigliere regionale Pd in Emilia Romagna, Gianni Bessi, ci spega perché il vero nemico del futuro energetico è il carbone e cosa può fare l'Italia per combattere i cambiamenti climatici sfruttando una risorsa importantissima nel Mare Adriatico

Ultime notizie

Guarda tutte

Per la Germania Draghi è un «problema politico». L'euro finirà nel 2018?

Germania sempre più egemone: una piccola fiammata inflattiva scatena l'attacco tedesco contro Mario Draghi e tassi di in...

La Cina è cresciuta del 6,7% del Pil ma il debito corporate è il suo tallone d'Achille

L'economia cinese sta rallentando- Il tasso di crescita del suo Pil è il più basso degli ultimi venticinque anni. Ma il ...

Così le grandi imprese hanno messo in ginocchio le banche italiane

Secondo i dati pubblicati dalla Cgia di Mestre i killer degli istituti di credito del Belpaese potrebbero essere le gran...

Fca, i segreti dello scandalo che tutti conoscevano

Scende il titolo e ci rimettono i piccoli investitori. Volkswagen, attraverso il governo tedesco e la Commissione europe...

I più visti

» Top 50