4 dicembre 2016
Aggiornato 07:00
I giovani sono i nuovi poveri

Giovani sempre più poveri. Ecco perché gli under 35 sono ko

I giovani italiani sono sempre più poveri, mentre aumenta il reddito degli over 65. Le nuove generazioni stanno subendo un vero e proprio ko economico e alle origini del divario dei redditi tra under 35 e over 65 c'è il calo delle assunzioni

Il sindacato festeggia

Firmato il nuovo contratto dei metalmeccanici. Come vince il modello Marchionne

Anche la Fiom si arrende e riconosce che non c'è alternativa in Italia. L'obiettivo finale? Il passaggio graduale alla sanità privata e il solito vecchio gioco: la svalutazione del lavoro

Rinnovo degli statali

Contratto statali, chiuso l'accordo a pochi giorni dal voto referendario

L'accordo tra Governo e sindacati per il rinnovo dei contratti pubblici prevede "aumenti medi" lordi mensili di 85 euro. Ma non è detto che gli incrementi saranno uguali per tutti e alcuni lavoratori potrebbero perdere il bonus fiscale

Previdenza e immigrazione

Inps, i pensionati extracomunitari sono sempre di più: negli ultimi 3 anni +20%

Sono in aumento i pensionati extracomunitari. Secondo quanto emerge dagli Osservatori statistici dell’Inps, la maggior parte di loro viene dall’Europa dell’Est. I pensionati Inps provenienti da questi paesi sono cresciuti del 31% in 3 anni

Direttiva Bolkestein

UE, perché con la direttiva Bolkestein sono a rischio migliaia di posti di lavoro

Le manifestazioni contro la Bolkestein si susseguono una dopo l'altra senza soluzione di continuità, da Nord a Sud, in tutto il paese. Ecco cosa prevede la direttiva europea e perché sono a rischio migliaia di posti di lavoro

A rischio 80mila posti di lavoro

Un operatore dei call center su cinque in Italia rischia il posto di lavoro.

La bomba sociale dei call center potrebbe essere disinnescata (lobby permettendo)

Nel mondo dei call center sono a rischio circa 80mila posti di lavoro. Secondo i sindacati di categoria le aziende mettono i loro dipendenti di fronte a dei veri e propri «licenziamenti di massa mascherati». Ma qualcosa (forse) sta per cambiare

Lavoro, arriva l'assegno di ricollocazione: fino a 5mila euro per i disoccupati

Entro la fine di novembre arriverà l'assegno di ricollocazione per circa 30mila italiani disoccupati da almeno 4 mesi. Ecco di cosa si tratta, a chi e perché è rivolto, come funziona, il rating e la durata dell'assegno

Partite IVA

Lavoro, Pesco (M5S): «Più tutele per le partite Iva»

Le partite IVA hanno meno diritti rispetto agli altri lavoratori perché non godono della possbilità di andare in malattia o chiedere permessi. Secondo il Movimento 5 stelle è necessario intervenire garantendo maggiori tutele a questa categoria

La crisi dell'ex Seat Pagine Gialle

La crisi globale travolge anche Italiaonline

Le Pagine Gialle hanno accompagnato il secolo breve come quasi nessun altro oggetto. Ma oggi, che Seat PG non esiste più, anche nella nuova realtà si sta consumando una crisi durissima, fatta di licenziamenti e enormi player mondiali

Riforma delle pensioni

Pensioni, buone nuove per i nati nel 1952. Damiano: «Abbiamo vinto la nostra battaglia»

Prosegue l'iter parlamentare della Riforma delle pensioni inserita nella Legge di Bilancio. La Commissione Lavoro della Camera ha presentato 30 emendamenti e Cesare Damiano vuole estendere i requisiti per l'Ape social a più lavoratori

Ultimi in UE

Lavoro, Istat: «La produttività dell'Italia è la più bassa d'Europa»

Dal rapporto Istat sulle Misure di produttività emerge che l'Italia è il fanalino di coda dell'Europa. Nel 2015 è diminuita la produttività del lavoro, mentre in tutti gli altri paesi dell'Unione Europea è aumentata

Alla faccia della Fornero

Pensioni, 500mila italiani sono in pensione da più di 36 anni

Secondo l'Inps 500 mila italiani percepiscono la pensione da oltre 36 anni, cioè da prima del 1980. All'epoca si poteva lasciare il posto di lavoro del pubblico impiego a circa 47,4 anni. E alle baby pensionate sono bastati solo 14 anni di contributi previdenziali

Pensioni troppo basse

Pensioni, Boeri lancia l'allarme: «Il 64,6% è inferiore ai 1000 euro»

L'Inps ha pubblicato i dati previdenziali relativi al 2015 e le pensioni sotto i 1000 euro sono oltre il 64%. Al Sud e nelle Isole gli importi sono più bassi rispetto al resto d'Italia e gli assegni più alti vanno agli uomini

Ultime notizie

Guarda tutte

Petrolio, perché Putin e Iran sono i grandi vincitori dell'accordo Opec

L'accordo di Vienna sul taglio della produzione di petrolio certifica nuovi equilibri geopolitici nello scacchiere medio...

Giovani sempre più poveri. Ecco perché gli under 35 sono ko

I giovani italiani sono sempre più poveri, mentre aumenta il reddito degli over 65. Le nuove generazioni stanno subendo ...

E ora, grazie alla Bce, siamo a rischio stalking bancario

La Bce, nelle nuove linee guida sui prestiti non performanti, invita le banche italiane a «perseguitare» le famiglie e l...

L'Istat fa il bis. Un altro «aiutino» a Renzi prima del voto?

L'Istat ha rivisto al rialzo la crescita dell'economia italiana, che sale a 0,9%. Il governo Renzi festeggia. Ma solo un...

I più visti

» Top 50